venerdì 28 agosto 2009

Partiamo

Bene: domani partenza per le ferie (da buoni ultimi!). La preparazione delle valigie: un incubo... Provate a fare le valigie con 2 bimbe piccole che scorrazzano per casa a vedrete. Le due pesti si proporranno (ovviamente) di darvi una mano, peccato che siano molto più brave a disfare le valigie piuttosto che a riporvi la roba. Risultato: non so assolutamente cosa c'è dentro e cosa è stato seminato nei luoghi più reconditi della casa. Ciò che è perso è perso per sempre, perchè casa nostra ha la strana abitudine di ingoiare oggetti per non renderli mai più... Sono già spariti CD, DVD, foto, la mia carta d'identità, bollette (ma la vigliacca non le paga!) e molto altro. Io e mio marito non ci spieghiamo il fenomeno, ma non ci sembra il caso di scomodare gli acchiappafantasmi quindi lo accettiamo e buonanotte!
Comunque all'insegna del "quel che c'è, c'è, quel che non ce lo compriamo sul posto" i bagagli sono pronti. Così domani si parte e addio a tutti per 15 giorni! Dopo un anno che ci tiriamo dentro siamo proprio stanchi, anzi sfiniti. Quindi, che piova o che ci sia il sole, l'importante è chiudere con tutto e passare un po' di tempo insieme da soli!

mercoledì 26 agosto 2009

Perchè "quasi"?

I "quasi" montanari sono principalmente i componenti della mia famiglia: io, mio marito e le mie bimbe.
In effetti noi ci consideriamo montanari interi, ma, poichè viviamo sull'Apennino e non sull'Hymalaya, ma gente di pianura ci percepisce come "quasi" montanari, gente di collina.
Dettagli. Ma mi sembrava un titolo carino.
Questo vorrebbe essere un diario di una famiglia normale: io casalinga, mio marito che porta a casa la pagnotta e due bimbe piccole (3 anni e mezzo e 1 anno e mezzo).
Soprattutto vuole essere un diario per me; per riordinare le idee e per cercare di capire cosa significa essere mamma e moglie in un paesino di poche anime e di "quasi" montagna.