lunedì 28 novembre 2011

Aspettando la prima neve

Come promesso vi posto la foto della mia ultima creazione: un appendino, diciamo invernale piuttosto che natalizio.
Per le creazioni natalizie attendete ancora un pochino. Io finisco sempre sul filo di lana!!

Il "nuovo arrivato" fa bella mostra di sè nel nostro salotto, vicino al camino, e, speriamo che non si sciolga!


mercoledì 23 novembre 2011

Grazie a te


Questa canzone (che ha partecipato allo Zecchino d'Oro 2010) è stata cantata dai nostri bambini alla Festa di Primavera 2011 all'asilo che frequentano le mie figlie.
Ho avuto il DVD di quella festa solo in questi giorni, ma a rivederlo mi sono commossa di nuovo. E non solo perchè c'era mia figlia che cantava, ma perchè credo che questa canzone abbia un bellissimo significato.
Spesso non pensiamo troppo a come i nostri bambini vedono il posto in cui vivono.
Invece dovremmo, perchè per loro è importantissimo. E' il loro primo punto di riferimento.
E questa canzone lo spiega con semplici parole, semplici come il mondo di un bambino:
"tu sei il mondo dove io vivo, canto, gioco e sorrido, sogno le cose che da grande io farò"

PS: non potevo linkare il video della festa x motivi di privacy per cui ho linkato la versione del Piccolo Coro 

Grazie a te

"Per qualcuno non sei altro che una piccola città
Senza nulla di così particolare,
Io non son convinto e credo che non sia la verità
Perciò dico dal profondo del mio cuore:
Grazie a te!
Grazie a te perché qui vivo con la mamma e col papà
La casetta è quella gialla in fondo al viale.
E la scuola che frequento è soltanto un po’ più in là
Tra il parchetto e la piscina comunale
Grazie a te
Per la tua gente,
Grazie a te
Così accogliente
E’ bellissimo il calore che mi dà,
Grazie a te
Per le tue case,
Grazie a te
Per le tue chiese
La mia piccola grandissima città.
Tu sei il mondo dove io vivo, canto, gioco e sorrido,
Sogno le cose che da grande io farò.
E quando mi sento triste
Chiamo tutti gli amici, sai,
Ho tanti amici qua
E forse c’è un perchè
Tu sei la mia città
E dico grazie a te.
Grazie a te che quando è festa sotto i portici si va
A guardar le bancarelle del mercato.
Tra il profumo di torrone e la musica che va
Ci mangiamo un po’ di zucchero filato.
Grazie a te
Per quel bambino
Grazie a te
Che dal giardino
Sorridendo con la mano mi fa ciao,
Grazie a te
Per le fontane,
Grazie a te
Per le campane
La mia piccola grandissima città.
Pangarap ko ay nakamtan awit ko mapakingam
Nais ko ihahandog para sa inyo.
Kayat ang musikang ito na alay ko sa imyo
Sana’y maramdaman kahit konting sandali
Ay napakingam nyo ang awit kong ito.
Tu sei il mondo dove io vivo, canto, gioco e sorrido,
Sogno le cose che da grande io farò.
E quando mi sento triste
Chiamo tutti gli amici, sai,
Ho tanti amici qua
E forse c’è un perchè
Tu sei la mia città
E dico grazie a te."







martedì 22 novembre 2011

Della nebbia ed altre cose...

Sapete perchè odio la nebbia? Beh, per l'ovvio motivo che è fredda, e fin qui non ho detto niente di altamente filosofico, ma anche perchè mi fa diventare introspettiva.
Non so, forse il fatto che nasconde tutto alla vista, ti costringe  a guardare l'unica cosa a disposizione in quel momento: la tua mente.
Così facendo mi sono resa conto che ultimamente indulgo eccessivamente nella contemplazione del passato.
Dico "eccessivamente" perchè ho un'età in cui sarebbe ancora naturale guardare al futuro piuttosto che a quello che è stato.
Però magari poi non è neanche una cosa totalmente negativa perchè, credo, sto facendo pace col passato.
C'è un periodo della mia vita decisamente infelice che mi sono sempre rifiutata di affrontare e che, in effetti, in larga parte non ricordo proprio. Oggi direi che ho compiuto un'alacre opera di rimozione. Ma ora, per motivi che non vi sto a dire, mi sta, diciamo, "tornando la memoria"; ed è un bene, perchè vedo le cose da un punto di visto maturo e posso interpretare certi avvenimenti con maggiore equilibrio ed indulgenza.
Così mi lascio andare alle ondate dei ricordi e mi rendo conto che quasi vorrei tornare indietro, per fare meglio, per aggiustare le cose.
Stupido.
Stupido non solo perchè, ovviamente, è impossibile; ma anche e soprattutto perchè quella che sono diventata è la diretta conseguenza di quella che sono stata.
Mi sono evoluta, direbbe Darwin, e l'idea mi piace molto.
Sono sopravvissuta alla "selezione naturale" perchè mi sono evoluta.
Una figata! Beh, ok mi sono entusiasmata troppo... ma non è colpa mia: è colpa della nebbia! E allora vedete che ho ragione a odiarla!
Sì perchè finisce che anche i pensieri brancolano nel grigio mantello, senza punti di riferimento, senza un sentiero da seguire ...  e allora non si può mai sapere dove si va' a finire .... anche nel passato ... forse .....

lunedì 21 novembre 2011

La luna e i falò

"Magari è meglio così, meglio che tutto se ne vada in un falò d'erbe secche e che la gente ricominci."

"Gli ignoranti saranno sempre ignoranti, perché la forza è nelle mani di chi ha interesse che la gente non capisca, nelle mani del governo, dei neri, dei capitalisti..."

"Un paese ci vuole, non fosse che per il gusto di andarsene via. Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra c'è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti."

"Che cos'è questa valle per una famiglia che viene dal mare, che non sappia niente della luna e dei falò? Bisogna averci fatto le ossa, averla nelle ossa come il vino e la polenta, allora la conosci senza bisogno di parlarne."

La luna e i falò - Cesare Pavese


giovedì 17 novembre 2011

Il mondo creativo




Le appassionate ed informatissime crocettine lo sapranno di certo; cmq questo fine settimana a Bologna ci sarà la fiera "Il mondo creativo": salone dell'hobbistica creativa, belle arti e fai da te.
Oltre agli espositori ci saranno, distribuite sui 3 giorni, dimostrazioni e corsi.
La fiera è aperta al pubblico.

Purtroppo io, molto probabilmente, non potrò andarci perchè ho un po' di impegni/casini in famiglia. SOB!!
Vi invito cmq a partecipare numerose.


mercoledì 16 novembre 2011

Sono un giudice!

Mai l'avrei pensato eppure è così: sono un giudice!
Per fortuna niente toga e parruccona in "british style", solo delizie su delizie da giudicare!
Eh eh, sì, perchè la mia amica Batù mi ha fatto l'onore di scegliermi per il suo primo contest:





Contest di Batuffolo

Come vedete non ho un blog di cucina ma:
1. sono emiliana e questo già dice qualcosa,
2. sono una buona forchetta
3. mi piace mangiare bene (come il topino di Ratatuille!)

in virtù di tutto ciò, signore (e non; ... non so se ci sono uomini con blog di cucina...,) vi assicuro che farò diligentemente il mio lavoro e, francamente, non vedo l'ora di farmi venire l'acquolina in bocca leggendo le vostre ricette!!!
Partecipate numerose e facciamo così tutte insieme un bel regalo a Batù che se lo merita!

martedì 15 novembre 2011

Paradise

"When She was just a girl
She expected the world
But it flew away from her reach
So she ran away in her sleep
Dreamed of paradise
Every time she closed her eyes

When She was just a girl
She expected the world
But it flew away from her reach
And the bullets catching the tees
Life goes on it gets so heavy
The wheel breaks the butterfly
Every tear a waterfall
In a night, the stormy night she closed her eyes
In a night, the stormy night away she flies
Dream of paradise

So lying underneath the stormy skies
She said I know the sun’s set to rise
It’s gonna be paradise"


magica questa canzone, e triste ...

lunedì 14 novembre 2011

Di crocette crocettando

Finalmente oggi la piccina è tornata all'asilo ed io, per mezza giornata, posso respirare.
Allora oggi vi posto un'altra mia creazione: si tratta di un metro, quelli che si appendono nelle camere dei bambini x misurarne la crescita.
E' di gran lunga la mia creazione più sofferta; l'ho cominciata poco prima della nascita della mia secondogenita e l'ho conclusa nell'arco di un anno e mezzo circa .... mamma che fatica!!!
Vero è, che in mezzo ci ho messo altre piccole cosine perchè ormai avevo la nausea dei fantasmi (e vedendo la foto allegata capirete il perchè...)! Cmq alla fine sono stata contenta del risultato.
Il lavoro finale di cucito è stato eseguito dalla mia "santa" suocera, che, essendo sarta, è preziosissima in questi frangenti!

Allora questa è l'opera ultimata
Più nel dettaglio:


In questi giorni sto ultimando una cosuccia x Natale ... appena finita ed assemblata ve la posto!
CIAO CIAO!!



giovedì 3 novembre 2011

Ancora tu

"Ancora tu, ma non dovevamo non vederci più?" Ecco cosa canterei volentieri all'otite che da oggi affligge la mia piccina. Dopo avermi fatto fare un inverno da paura con la sorella maggiore ai tempi del primo anno d'asilo, ecco che ritorna la schifosa e si accanisce sulla piccola ... al primo anno d'asilo.
Dopo tachipirina e goccine nell'orecchio dorme, ma tremo al pensiero di quando si sveglierà...

Ah, dimenticavo, OVVIAMENTE la nostra pediatra è in ferie fino a lunedì....