venerdì 26 settembre 2014

Venerdì del libro - Mystic River La morte non dimentica, Dennis Lehane

Ciao a tutte. Per il VdL di questa settimana vi presento un titolo normalmente catalogato come thriller, ma che, a mio avviso, è molto di più. Si tratta di Mystic River, La morte non dimentica di Dennis Lehane.
Forse alcune di voi hanno anche visto l'omonimo film tratto da questo romanzo diretto da Clint Eastwood e interpretato molto bene da Sean Penn e Kevin Bacon. Beh il libro è comunque molto meglio!

Boston 1975. Jimmy, Dave e Sean sono ragazzini e vivono nella parte più povera della città; in maggioranza sono di origine irlandese e la comunità è strettamente legata da parentele. amicizie e traffici di varia origine. Ma loro sono solo ragazzini e giocano sulle strade del quartiere, il futuro è tutto nelle loro mani fino a quella mattina ... la mattina in cui Dave sale su quell'auto, l'auto che odora di mele e su cui lo attirano i "lupi". Dave sparirà per 4 orribili giorni e poi riuscirà a fuggire e tornerà al quartiere. Verrà accolto da una folla festante, ma tutti, tutti sanno cosa gli è stato fatto in quei giorni .... nessuno però mai parlerà con lui di ciò che gli è accaduto.
Dopo 25 anni il quartiere è sempre lo stesso. Sean è un poliziotto in crisi con la moglie, Jimmy è stato in carcere per rapina ed una volta uscito riga dritto per amore della figlia Katie, Dave cerca di condurre una vita normale grazie alla famiglia che si è creato. Ma la morte non dimentica e torna a sconvolgere la vita del quartiere. Katie, la figlia di Jimmy, viene brutalmente assassinata e, una serie di coincidenze, porta i sospetti su Dave. Sean è incaricato delle indagini.

Nel dipanarsi delle vicende i tre protagonisti lentamente si spogliano di tutto ciò che hanno costruito attorno a se per proteggersi dal quel terribile giorno di 25 anni prima mettendo finalmente a nudo la loro anima ferita: nessuno di loro è mai più stato lo stesso dopo quel giorno. Sean ha passato la vita a cercare una propria identità sentimentale; Jimmy autocostretto alla bontà dall'amore sconfinato per una figlia che gli è stata portata via forse dal suo migliore amico. Dave, che è la vera vittima, segnato da ciò che gli è stato fatto e che lo ha trasformato in quello che più detesta, all'insaputa di tutti o forse sotto gli occhi di tutti, persino della sciocca moglie Celeste che alla fine sarà la sua rovina.
Il finale è ineluttabile, forse anche scontato, ma molto molto toccante.
Assolutamente ben scritto, bellissimi i personaggi e la loro evoluzione psicologica; decisamente uno dei miei libri favoriti.


Trovate QUI gli altri suggerimenti della settimana!

venerdì 19 settembre 2014

Venerdì del libro - La maga delle spezie, Chitra Banerjee Divakaruni

Ciao a tutte, eccomi di ritorno dopo la "pausa vacanze". Il libro di cui voglio parlarvi oggi me lo sono letto proprio mentre ero al mare; si tratta di "La maga delle spezie di Chitra Naberjee Divakaruni.

"C'è un'anziana signora indiana a Oakland in California, vive rinchiusa nel suo piccolo negozio e la sua vita è vendere spezie. O almeno è quello che sembra agli occhi dei comuni mortali, perché in realtà lei è Tilo, la maga delle spezie. Tilo ha vissuto molto vite diverse, sotto nomi diversi, prima di approdare all'isola dove l'Antica ha addestrato lei e le altre maghe alla magia delle spezie. Le spezie possono curare i mali del corpo e quelli dello spirito e solo la maga sa come somministrarle. Alla fine dell'addestramento ognuna di loro viene inviata nel mondo dei mortali a compiere la sua opera. Ma per le maghe esistono delle regole: le spezie non vanno mai usate per se stesse e non devono mai innamorarsi. Ma Tilo ha sempre avuto grossi problemi con l'obbedienza e un seducente "Americano" bussa alla porta del suo negozio ..."

Il romanzo mi è piaciuto abbastanza, l'atmosfera magica e surreale ha reso piacevole le lettura.
Forse non lo metterei fra i titoli indimenticabili, ma tutto sommato lo consiglierei per una lettura leggera, romantica e di svago. Per chi ama la magia e vorrebbe che davvero le spezie potessero risolvere i problemi delle nostre vite ;-)

Con questo titolo partecipo al Venerdì del libro e QUI trovate gli altri suggerimenti della settimana.



martedì 16 settembre 2014

Anche questa è andata

Intendo l'inizio del nuovo anno scolastico.
Ieri 15 settembre le mie bimbette hanno affrontato il primo giorno di scuola: la grande (ormai una veterana) in 4a elementare e la Piccola Pulce in 1a!
Sì, ieri è stato il suo primissimo giorno di scuola!
La signorinella era già gasatissima da parecchio e la sera prima è andata a letto dicendo :"Evvai, evvai, vado a scuola!!"
L'impatto è stato buono, considerando anche che sono solo in 4 che vengono dallo stesso asilo, quindi si sono un po' trovati come dei pesciolini fuor d'acqua poverini. Però i bambini hanno mille risorse e sono fiduciosa del fatto che sapranno integrarsi velocemente al resto della classe.
Ieri si è molto giocato (le maestre hanno fatto trovare un peluce su ogni banco perchè facesse compagnia al bambino nel suo primo giorno da "grande") e si sono imparate alcune regole di base. Le maestre sono sembrate "brave e buone" e la scuola interessante.
Unico appunto: "Mamma, ci danno pochissimo da mangiare!" Detto da una che andava inseguita per casa col cibo perché non mangiava un tubo, non c'è male!!!
E quindi Buon Anno Scolastico a voi, bambine mie, che possiate viverlo con grande serenità!