lunedì 19 dicembre 2011

Quello che io sono

Avrei voluto bruciare come la fiamma
danzare feroce e leggera nell'ombra
avrei voluto possedere il mondo
chiuso nel pugno della mia mano
avrei voluto choccare coloro che avevo attorno
con l'impudenza del mio sguardo.
Ma non ero abbastanza rovente,
forte,
sfrontata.
Io sono l'ombra che scivola
e che nessuno nota
sono la parola sussurata
sono il rossore dell'imbarazzo
la storia che nessuno ricorda.
Sono il vulcano sul fondo dell'oceano,
nessuno ha mai visto la sua lava abbagliante,
nessuno sa che c'è.

1 commento:

  1. questa è la cosa più intrigante. che non lo sappia nessuno :-)

    RispondiElimina