lunedì 19 marzo 2012

19 Marzo






Guardo ai giorni della mia infanzia, quando tu eri il mio eroe e mai al mondo avrei pensato che potesse esistere un altro uomo oltre a te. Ero felice allora e tu eri la mia roccia, la perfezione assoluta, la giustizia e la protezione. Eri il mio grande papà.
Com'è naturale il tempo cambia le cose. Un giorno ho cominciato a vedere i difetti, le debolezze e le paure. Ma è giusto così. Ora so che anche tu hai bisogno di me.
Parlare non ci è mai venuto molto bene, ma tu lo sai che sei anche oggi quello che eri allora: il mio grande papà.
Ti voglio bene ed è facile dirlo qui perchè non potrai mai leggerlo.
Auguri Papà.

1 commento:

  1. per quest'argomento... "passo" troppo doloroso per me.
    Senti cara amica mia, avrei un regalino per te sul mio blog. Da scaricare e inserire nel tuo se ti fa piacere....http://batuffolando.blogspot.it/2012/03/blog-affidabile.html

    RispondiElimina