lunedì 21 maggio 2012

Show must go on .... or not

Stamattina sono molto amareggiata.
Questo fine settimana è stato segnato da due fatti ugualmente gravi: l'attentato di Brindisi ed il terremoto in Emilia.
Per chi ancora non lo sapesse io ci vivo in Emilia, quindi ... quello che vedo è una ferita al cuore. Io e la mia famiglia il terremoto non l'abbiamo sentito, ma conoscenti ci hanno raccontato che si è sentito molto bene anche da noi. Per fortuna sia mia zia e i miei cugini che stanno a Bologna che i parenti di mio padre che vivono ad Altedo (a non molti km da Ferrara) stanno bene. Ma soprattutto questi ultimi sono terrorizzati. Hanno dormito tutti fuori stanotte, non perchè le loro case non fossero sicure (per fortuna sono tutte recenti) ma perchè la paura è tanta e la terra continua a tremare.
Ci hanno detto che tutte le case coloniche (le case dei contadini costruite nel secolo scorso o prima ma comunque tuttoggi abitate da moltissime famiglie) sono o crollate o gravemente lesionate.
180 scosse in 24 ore: provate a immaginare cosa può significare, provate ad immaginare di sentirle tutte!
E poi, diciamolo, il danno terribile al patrimonio artistico.
Provate a pensare cosa significa veder crollare qualcosa che è lì da secoli ... il castello estense, la torre di Finale ... tutte le chiese, i palazzi municipali (quasi tutti in palazzi d'epoca), i centri storici...
... e 4000 sfollati ....
...gente comune costretta a dormire nelle palestre, sotto le tende o nella propria auto per non lasciare incustodita la propria casa.

Dall'altra parte la mano chi ancora non si sa chi che colpisce la cosa più preziosa che ognuno ha: i propri figli.

Non lo so ... oggi è un giorno pieno di amarezza. Non ho nemmeno la forza di fare della polemica sugli organi d'informazione che danno spazio solo a quello che gli fa più comodo .... ci sono tragedie che fanno più notizia di altre e questo, francamente, mi fa solo schifo.

La nostra società sta crollando, e non da oggi. La natura ci ricorda che siamo solo granelli di sabbia nell'universo e non i padroni di tutto.
Siamo stanchi, sono stanca; vorrei solo che le mie figlie avessero una speranza, ma sinceramente non ne sono sicura.

3 commenti:

  1. Buongiorno, già quello che hai scritto è verissimo :( uffy come siamo ridotti :(
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  2. capisco bene il tuo momento di sconforto ogni giorno brutte notizie.....ma così è la vita cara amica, certo chi ha figli come te ed altre amiche, il pensiero è + proiettato al futuro, io cerco di vivere alla giornata altrimenti a volte l ansia prende il sopravvento e sto male lo stesso....
    ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Fiore, così è la vita. Ma il problema è che nel profondo io sono convinta che NON è così che dovrebbe essere.

      Elimina