lunedì 16 gennaio 2017

Copriforno ... che ce n'è bisogno!!

Da moltissimo tempo non posto uno dei miei lavoretti a punto croce. Vuoi perché il mio andamento è discontinuo, vuoi perché mi dimentico di postarli, sono rimasta indietro di molte creazioni.
Un paio di anni fa rimasi affascinata dai copriforno. Si tratta di pannelli in tessuto, ricamati o decorati con creazioni di cucito, che si applicano al manico dello sportello del forno e ci legittimano a lasciare il forno ed il suo vetro in vergognoso disordine perché tanto ..... è tutto coperto!!!
Il motivo di questo lavoretto creativo non è fra i più edificanti lo ammetto, ma è anche vero che io odio, odio, odio pulire il forno e se posso evitare lo faccio con grande gioia!
Quindi il copriforno è velocemente diventato un "oggetto di culto" e me lo sono fabbricato in men che non si dica, ovviamente applicando una pezza di Aida ricamata ad un pannello di stoffa che ho scelto di una tinta adatta ai colori della cucina. Et voilà questo è il risultato!!




L'unico errore che purtroppo ho commesso è di non aver inserito una struttura rigida all'interno del pannello in tessuto, per cui, ovviamente, a forza di stare appeso, si affloscia un po' su se stesso perdendo il suo appeal! Quindi ora devo studiare come rimediare senza scucire il tutto che solo a pensarci mi viene male!

Fra una settimana aggiungerò il link a questo post nella pagina "La Casa Fiorita". CIAO!!

5 commenti:

  1. Boh.. l'errore lo vedi solo tu, io vedo un meraviglioso lavoro!!! hai le mani d'oro :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si capisce perché l'ho "strategicamente" sdraiato sul tavolo; è quand'è appeso che si nota la magagna.

      Elimina
  2. Molto carino, come tutto il tuo blog, del resto. E se provassi a farci degli occhielli per inserire una stecchina di legno? Complimenti e in bocca al lupo per il rimedio dalla tua follower nuova di zecca Cecilia (Frizzi e Pasticci)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dei complimenti!! Il tuo è un ottimo suggerimento... devo studiarci un po' sopra...

      Elimina
  3. Ciao Manu! Che brava che sei :) io non so tenere un ago in mano invece.
    Volevo dirti che ho letto e recensito oggi L'imprevedibile viaggio di Harold Fry,conosciuto grazie a te! Molto, molto bello :)
    Un bacione.

    RispondiElimina