venerdì 16 gennaio 2015

Venerdì del libro - Acqua agli elefanti, Sara Gruen

Ciao a tutte! Torno solo oggi dopo una lunga interruzione natalizia. Malanni e problemi famigliari ci hanno un po' tartassati e ancora non è finita, però oggi ho voglia di partecipare al VdL, e lo faccio con un romanzo che ho letto subito prima di Natale e che mi è piaciuto davvero molto: Acqua agli elefanti di Sara Gruen

Trama:
"Il più grande spettacolo del mondo dei fratelli Benzini" è un circo itinerante. Siamo negli anni 30, durante la Grande Depressione, e le persone perdono tutto dalla mattina alla sera trovandosi in mezzo a una strada. E' quello che succede a Jacob, giovane studente ad un passo dalla laurea in medicina alla Norwich. Così Jacob salta su un treno ed è quello del circo; accetta la proposta di zio Al, il megalomane proprietario: sarà il veterinario del circo. Si trova così in un mondo a parte, con regole tutte sue, sottoposto agli umori ed alla violenza di Augustus, il direttore e domatore, e affascinato da due femmine che gli cambieranno la vita per sempre: Marlena, acrobata equestre e bellissima moglie di Augustus e Rosie, dolcissima elefantessa, che ad un certo punto entra a far parte del circo.

Ovviamente c'è la storia d'amore, ma quello che più mi è piaciuto è la descrizione del mondo equestre di inizio '900; un mondo scomparso ormai da moltissimo tempo, affascinante, crudele, luccicante di lustrini e del sudore della gente sfruttata fino alla morte. Un affresco davvero molto bello.
E il finale, del tutto inaspettato e anche un po' folle, lo rende un libro che assolutamente vi consiglio di leggere.




QUI gli altri suggerimenti.

8 commenti:

  1. Ciao Manu,
    pensa che ieri ero in libreria per comprarmi un nuovo libro. Leggo molto e adesso ancora di più dato che sono a casa in maternità.
    Se avessi letto ieri il tuo post avrei avuto le idee chiare su cosa comprarmi.
    Amo il circo, ci porto spesso anche il mio bimbo di 4 anni e ne rimaniamo sempre affascinati.
    Ci piace vedere gli animali, i numeri degli acrobati, i loro vestiti tutti pieni di lustrini e brillantini, ridere con i pagliacci anche se a volte con i loro rumori improvvisi ci spaventano un pò e allora ci stringiamo forte sulle poltroncine rosse della platea.

    Ti auguro una buona giornata..se vuoi passa a salutarmi, ho aperto oggi un nuovo blog.
    Francesca

    RispondiElimina
  2. Quello del circo è un mondo affascinante e il libro sembra interessante, me lo segno!
    Buon weekend

    RispondiElimina
  3. Mi sembra una storia molto particolare... non conoscevo questo titolo! Grazie per la segnalazione.

    RispondiElimina
  4. Ciao Manu! Anche da noi influenza in questo periodo, prima mio marito, ora il monellino ma lui almeno pare meno grave del papà che invece l'ha avuta davvero forte!
    Mi segno il titolo del libro, particolare mi sembra soprattutto per la parte che riguarda l'elefantessa...mi piacerebbe leggerlo :-)

    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io me ne sto tutta tesa ad aspettare che una delle due fanciulle me la porti a casa da scuola .... Per ora io me la sono cavata con mal di gola mostruoso, febbricola e tosse. I peggio sono i nonni con febbrone da cavallo poverini!
      Questo libro te lo consiglio davvero, io credo proprio che ti piacerebbe!
      Ciao!

      Elimina
  5. Un libro che ho letto tanto tempo fa. Mi piace pensare che possa aiutare qualcuno a riflettere sul fatto che sia sbagliato costringere e maltrattare gli animali per il nostro divertimento. Il finale è decisamente interessante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo, questo libro dipinge in maniera lucidissima il maltrattamento (ma "maltrattamento" è un eufemismo) degli animali del circo. Ma diciamo che per fortuna il libro finisce bene anche da questo punto di vista!

      Elimina
  6. io avevo visto il film, carino e commovente

    RispondiElimina