venerdì 6 marzo 2015

Venerdì del libro - Hanno tutti ragione, Paolo Sorrentino

Questa settimana mi sento critica, quindi vi propongo uno s-consiglio di lettura, un libro che mi ha delusa completamente: Hanno tutti ragione di Paolo Sorrentino.
Se a qualcuna sfuggisse, Paolo Sorrentino è quello che ha vinto l'oscar l'anno scorso con La grande bellezza (che ho visto a metà, dopo aver letto il libro...).
Partendo da questo oscar vinto e dalla trama del libro ho pensato di darmi a una lettura che si proponeva rilassante e divertente. Questa è la trama:

Tony Pagoda, napoletano, è un cantante melodico di mezza età con un passato, diciamo, glorioso quando l'Italia era florida e la sua vita si articolava fra Napoli, Capri e il resto del mondo; ha avuto tutto: donne, soldi, successo, droga. Ma adesso il mondo è cambiato e Tony,schiavo della droga, è costretto a cantare col suo gruppo alle sagre di provincia, la moglie non lo sopporta e lui pure non la sopporta: è venuto il momento di cambiare rotta. Così, dopo una tourné in Brasile, Tony abbandona i suoi compagni e decide di restarci, prima a Rio poi a Manaus, in piena foresta amazzonica, un posto dove l'umidità ti uccide e gli scarafaggi sono i padroni di casa. Dopo 18 anni di vita "fuori dal palco" arriva un misterioso imprenditore italiano (riconoscibilissimo credetemi!!) che lo vuole per le sue feste in villa (!!!!). E da lì comincia una nuova avventura.
Fine.

Ecco, questo è il libro, che, vi assicuro, è di una pesantezza infinita (finirlo è stata un'impresa) e di una pedanteria indescrivibile. Discorsi tortuosi con duecento parentesi aperte e richiuse dopo venti pagine per cui non ti ricordi nemmeno da dove eri partita .... insomma io francamente lo sconsiglio, ma magari qualcuno ci trova un senso che io non ho trovato. Anche perché ho scoperto che arrivato terzo al Premio Strega 2010 e che ne è stato ricavato un film (per la regia del medesimo Sorrentino) ed interpretato dal solito Toni Servillo.

PS: a me è piaciuto poco anche La grande bellezza ... ma magari io e il signor Sorrentino non siamo sulla stessa linea d'onda.



come al solito trovate QUI i consigli della settimana!

2 commenti:

  1. Detto tra noi, io "La grande bellezza " l'ho visto solo per i primi venti minuti e credo sia una delle cose più orrende che abbia mai visto. Credo proprio che seguirò il tuo consiglio e starò alla larga anche da questo libro.

    RispondiElimina
  2. Ciao Manu, ho letto questo libro un paio d'anni fa e non posso che essere d'accordo con te sul fatto che si legga con fatica. Ti confesso che non mi ricordo nemmeno come finisce!

    RispondiElimina